SIAMO TORNATI A FESTEGGIARCI

Aggiornamento: 29 mag


Ciò che un tempo era una piacevole prassi per qualsiasi gruppo e associazione oggi è divenuta una rarità: la conviviale.

Dopotutto nel termine stesso di “associazione” abbiamo sempre immaginato riunioni, tavole rotonde e tante attività aggregative tutti elementi che, all’indomani (termine ardito) della pandemia, sembrano solo un lontano ricordo, spesso sostituito dallo statico schermo del nostro terminale.


Sabato 26 Marzo il Gruppo Romano del Corpo Italiano di San Lazzaro ha voluto sfidare gli eventi, tornando dopo tre anni a condividere le proprie attività con i volontari, gli amici e le istituzioni.

la riunione preliminare svolta a Palazzo Chigi

E’ stata scelta come location Formello, per la sua posizione centrale nel Parco Regionale di Veio (territorio dove il nostro ente ha dato il via alle attività in convenzione che poi si sono estese in tutto il Lazio Nord) e perché facilmente raggiungibile dai colleghi residenti nelle province di Roma e di Viterbo.

La giornata è stata aperta con una riunione informale riservata ai soci che si è tenuta nel suggestivo contesto di Palazzo Chigi, grazie alla concessione del Sindaco di Formello. Tra gli argomenti trattati, la progettazione di un nuovo sistema di turnazione dei membri operativi (comune problema di tutte le associazioni) ed il sensibile peggioramento del contesto sociale ed economico italiano, il cui peso sta seriamente mettendo a rischio il senso di abnegazione e servizio che caratterizza ogni volontario.


Relatori d’eccezione Luciano Trauzzola, presidente di “Arvalia”, una delle più grandi organizzazioni di volontariato di Roma, che ha condiviso la propria decennale esperienza con i presenti e Massimo Pezzella, presidente del nostro comitato scientifico, che ha tracciato delle nuove linee di comunicazione da attuare con gli enti pubblici.

Successivamente i soci hanno incontrato gli amici al pranzo conviviale presso “Il Castagneto”, creando un bel momento per celebrare tutti insieme il ritorno in presenza con un buon auspicio per la fine dello “stato di emergenza”.


All’evento ha eccezionalmente preso parte una delegazione del CSLI Italia guidata dal Segretario Generale Alexander Virgili assieme al Responsabile della Comunicazione Salvatore Esposito, con Stefano Cangiano e Francesco Barbato (questi in rappresentanza anche del Gruppo CSLI Mugnano di Napoli ).



Anche il Nucleo di Viterbo è stato presente nella persona del consigliere Michele Trotta, accompagnato da Alessandra Croci in rappresentanza dell'Ass. Via Francigena in Tuscia.


Tra le presenze istituzionali -che hanno spesso bellissime parole sulla nostra attività- vogliamo citare il Sindaco di Formello Gian Filippo Santi (che ha ospitato l’evento assieme all’assessore Roberta Bellotti), il Presidente del XV Municipio Roma Capitale, Daniele Torquati accompagnato dall’Assessore all’Ambiente Marcello Ribera, il Vice Presidente dell’Ente Regionale Parco di Veio, Tullio Carbonetti con il Comandante dei Guardiaparco Fabio Neri.


il Sindaco di Formello, Santi e il Presidente del XV Municipio di Roma, Torquati

Il Corpo Italiano di San Lazzaro, Gruppo Civitas Romae presieduto dal Capogruppo Germano Assumma, insieme al Segretario Generale del CSLI Italia, ha voluto ringraziare i rappresentanti delle istituzioni per lo spirito di collaborazione a favore della tutela del territorio con una targa ricordo.

Siamo stati anche onorati della presenza di una delegazione della Pro Loco di Formello che ha sempre aiutato e supportato i nostri operatori nell'espletamento dei servizi locali.


il Vice Presidente del Parco di Veio, Carbonetti e il Comandante dei Guardiaparco, Neri

Un particolare momento di sincera commozione ha coinvolto tutti i commensali quando ha preso la parola Halyna Pryshlyakivska, referente dell’Ass. Ucraina Creativa (ed in rappresentanza dell’Ambasciata Ucraina che all’ultimo momento non ha potuto essere presente).


Ilaria Bartolotti con Halyna Pryshlyakivska

Halyna, oltre ad aver descritto i percorsi ed i corridoi umanitari usati ufficialmente per garantire le consegne dei beni di prima necessità, ha raccontato l’attuale condizione del suo paese e la grave emergenza sociale e sanitaria cui versano alcune città, ringraziando il nostro ente per quanto fatto e per tutto ciò che ancora sta facendo.

La direttrice Ilaria Bartolotti ed il Segretario Generale Virgili, hanno voluto omaggiare Halyna Pryshlyakivska con un crest del Corpo Italiano di San Lazzaro.




La conviviale in presenza ha finalmente consentito la giusta atmosfera celebrativa per consegnare gli attestati e le tessere ai nuovi colleghi iscritti e per ratificare la nascita del Nucleo Roma Urbe del Gruppo romano del CSLI.


Leonardo Ruggeri Masini riceve dal Presidente Torquati la nomina di responsabile del Nucleo Roma Urbe

Il team del nuovo nucleo ha partecipato con una rappresentanza guidata dal neo Capo Nucleo Leonardo Maria Ruggeri Masini che ha ricevuto la nomina ufficiale direttamente dalle mani del Presidente del XV Municipio Daniele Torquati, quale simbolo del territorio urbano della Capitale verso cui il nucleo sarà prevalentemente dedicato e attivo.



Nonostante non sia mai semplice organizzare degli eventi associativi, tutti gli sforzi sono stati ripagati dall'aver respirato un'aria di festa e leggerezza, anche a testimonianza del particolare "spirito di corpo" che contraddistingue i Volontari del San Lazzaro.



Il nostro ente infatti ha sempre seguito una principio di selezione qualitativo e non quantitativo dei propri collaboratori, in modo da perpetrare -almeno moralmente- l'ideale cavalleresco da cui il Corpo trae ispirazione e origine.


Unica nota dolente della giornata, la caduta rovinosa del Vice Presidente Claudio Giorgini che... "intento nel dovere di cerimoniere, con gagliardo guizzo affrontava l'ascesa all'ardua rampa di cemento; sprezzante del dolore decideva di testare la resa delle sue marziali caviglie, rovinando clamorosamente a terra. Impavido si armava di ghiaccio e bendaggi per proseguire fieramente il pasto": dopo aver doverosamente sdrammatizzato l'incidente, a lui vanno i migliori auguri di pronta guarigione da tutti noi!

il V.Presidente che da solo aiuta due colleghi :-)))