• Ufficio Stampa

CON-TATTO: FIRMATO UN PROTOCOLLO CON VALORE SOCIALE E SCIENTIFICO

Aggiornato il: feb 2



Vivendo la speranza di un ritorno alla normalità sotto l’aspetto delle “colorazioni” nazionali e regionali, il Corpo Italiano di San Lazzaro – Gruppo Civitas Romae ha iniziato a porre le basi per le attività che prenderanno piede a partire da questa Primavera.

Dal 29 al 31 Gennaio il CSLI ha avuto il piacere di accompagnare una delegazione del Rotary Distretto 2031, rappresentata da Carmelo Velardo e da Luca Rivoira (assessore al bilancio presso il Comune di Settimo Torinese, in rappresentanza delle Istituzioni piemontesi), impegnati assieme al dottor Roberto Keller, direttore del Centro Regionale Autismo Adulti Asl Città di Torino in un progetto di carattere scientifico e sociale di assoluto rilievo: “Con-Tatto”.


In prossimità del periodo pasquale, ben 12 ragazzi affetti da disturbi dello spettro autistico vivranno l’esperienza del cammino sulla Via Francigena da Ponte a Rigo alla Santa Sede, per un totale di oltre 200 km. L’impresa, è proprio il caso di dirlo, come ha fatto notare Carmelo Velardo, è unica nel suo genere in quanto la patologia autistica rispetto ad altre “condizioni speciali” debilitanti coinvolge la sfera psicologica e comportamentale. Infatti, l’affrontare un cammino di alcuni giorni al pari di un qualsiasi pellegrino, rappresenta una sfida al contesto abitudinario che spesso è un punto fermo nella quotidianità di questi ragazzi che definiremmo eccezionali.

Leggiamo infatti sul sito del citato Distretto del Rotary: “Le opportunità che il progetto Con-tatto intende realizzare sono di creare una nuova via di crescita per questi giovani e migliorare la conoscenza della patologia. Naturalmente gli organizzatori non si nascondono le difficoltà, a partire dal dispendio di energie durante il percorso, dalla gestione delle libertà individuali, dalle difficoltà che sorgono durante il cammino, come il rischio di abbandono da parte di alcuni dei giovani partecipanti, le eventualità di infortunio, i problemi collegati alle abitudini alimentari, ai cambiamenti climatici”.


Carmelo e Luca hanno saputo trasmettere la profonda umanità che caratterizza questo progetto a prescindere l’indubbio valore scientifico, un sentimento che è stato spontaneamente raccolto e condiviso dai rappresentanti del Corpo Italiano di San Lazzaro, intenzionati a fornire la migliore assistenza.

L’intero cammino diverrà un set realistico per la realizzazione di un film e sarà seguito anche da esperti in social network che aggiorneranno in tempo reale i media collegati.


S.Lorenzo Nuovo: Alessandra Croci (VFT), Ilaria Bartolotti (CSLI) e il Rotary 2031 ospitati in Comune

Grazie all’iniziativa della Professoressa Alessandra Croci, presidente dall’Associazione Via Francigena in Tuscia e seguiti dalla Direttrice del Corpo di San Lazzaro di Roma, Ilaria Bartolotti, i delegati del Rotary hanno visitato i luoghi ed incontrato le Amministrazioni del nostro territorio che hanno accolto con calore e partecipazione il progetto: San Casciano ed il Sindaco Agnese Carletti; Proceno (la “Porta del Lazio” della Via Francigena) con il Sindaco Cinzia Pellegrini; San Lorenzo Nuovo, con il Sindaco Massimo Bambini e l’assessore Valeria Manucci; Bolsena, con gli assessori Raffaella Bruti e Roberto Basili.



la "Panchina del Pellegrino": da sinistra, Luca Rivoira, Renzo Ferri, Carmelo Velardo e Alessandra Croci

Il tour esplorativo dei nostri amici del Rotary è poi entrato nel vivo con l’avvicinarsi alla Capitale, nel tratto della Via Francigena tra Viterbo e Roma.

Dopo una visita al lago di Monterosi, accolti dal consigliere con delega allo sport Gino Mascagna, al parco archeologico di Sutri e alle strutture ricettive di Vetralla, assistiti dagli assessori Anna Maria Palombi e Enrico Pasquinelli ed una doverosa visita alla “Panchina del Pellegrino” (dove abbiamo incontrato il rappresentante dei bikers del Corpo di San Lazzaro, Renzo Ferri) i nostri ospiti sono stati accolti nel Palazzo dei Priori di Viterbo dal Sindaco Giovanni Maria Arena, dall’assessore De Carolis e dal Consigliere Buzzi. Gli onori di casa sono stati elegantemente assolti dal Rotary Club Viterbo con la Presidente Simona Tartaglia accompagnata da Lamberto Scorzino.



Viterbo, l'incontro al Palazzo dei Priori con l'amministrazione comunale e i Club Rotary di Viterbo e Olgiata

Importante presenza anche del Rotary Club Olgiata (territorialmente competente per il passaggio della Francigena nel Parco di Veio) rappresentato dal Presidente Fabrizio Imbardelli.

Particolarmente sentito il tradizionale scambio di gagliardetti e di presenti simbolici, momento nel quale la Prof.ssa Croci ha donato una bellissima zaffera (opera di Cinzia Chiulli) con i loghi del Rotary e dell’Ass. Via Francigena in Tuscia.


il sindaco di Viterbo, Giovanni Maria Arena, con Germano Assumma e Carmelo Velardo

Il Corpo di San Lazzaro, presente con il Capogruppo di Roma, Germano Assumma a nome del Comando Nazionale, ha voluto omaggiare gli ideatori dell’impresa con un crest del nostro ente.


Nelle prime ore della successiva giornata di domenica, Carmelo Velardo e Luca Rivoira hanno incontrato il Presidente del XV Municipio di Roma, Stefano Simonelli ed il Consigliere Luciano Naticchioni del XIV Municipio accompagnato da un rappresentante dell’ass. Valorizziamo Veio, per un esame dell’itinerario francigeno insistente nei rispettivi territori di competenza.


Volontari del CSLI in servizio e gli esponenti del Rotary di Torino con il Sindaco di Campagnano Fulvio Fiorelli

Il successivo scenario storico e paesaggistico è stato interpretato dal Santuario della Madonna del Sorbo, dove il Sindaco di Campagnano, Fulvio Fiorelli ed il Presidente del Parco di Veio, Giorgio Polesi hanno accolto Carmelo Velardo e Luca Rivoira mostrando il loro pieno sostegno al progetto. Il Parco di Veio ha fatto omaggio di alcune guide e mappe del territorio attraversato dalla Via Francigena. Nella stessa occasione i rappresentanti del Rotary hanno incontrato alcuni volontari del Corpo Italiano di San Lazzaro impegnati nel turno di servizio nel Parco, Valentina De Santis, Alessandra Farinon e Marco De Carli, presentati dalla direttrice Bartolotti.



Il Presidente del Parco di Veio, Giorgio Polesi, consegna le guide del territorio con il Sindaco di Campagnano

Il Presidente del Parco di Veio, Giorgio Polesi, ha quindi fatto strada verso il Comune di Formello dove ad attendere il gruppo c’erano il Sindaco Gian Filippo Santi e l’Assessore allo Sport e Pari Opportunità, Roberta Bellotti.


Riunione logistica presso il Comune di Formello

Qui si è tenuta una breve ed informale riunione logistica tra Amministrazione Comunale, Parco di Veio, Rotary Distretto 2031 e Rotary Club Olgiata, Ass.Via Francigena in Tuscia e Corpo Italiano di San Lazzaro, alla fine della quale è stato dedicato un momento alle firme di ratifica dei protocolli di intesa con il Rotary.


Il Sindaco di Formello, Santi e l'Assessore Bellotti hanno ospitato l'organizzazione in Comune

Per il Corpo Italiano di San Lazzaro, ha sottoscritto l’accordo il Capogruppo di Roma, Germano Assumma e per l’associazione Via Francigena in Tuscia, la presidente Alessandra Croci.


il momento della firma del protocollo: Germano Assumma (CSLI) e Alessandra Croci (VFT)

Una “tre giorni” esplorativa intensa e produttiva che ha posto una solida base di collaborazione tra enti pubblici e privati, associazioni e strutture ricettive ma soprattutto tra persone orientate a dare il massimo in favore di progetti come “Con-Tatto” che, oltre ai citati valori scientifici e sociali, alla sensibilizzazione verso patologie più comuni e diffuse di quanto si creda, offre l’occasione di valorizzare il territorio attraverso la conoscenza, gli scambi culturali e di esperienze alla conquista di sinergie sempre nuove.

Lo spirito collaborativo e la comunione di valori da sempre costituiscono l’anima portante di queste imprese, rispecchiando i principi ispiratori e costitutivi del Corpo di San Lazzaro.