A NAPOLI PER L'ASSEMBLEA NAZIONALE


Napoli, il cui fascino è stato ancora più esaltato da un clima decisamente estivo, ha accolto il 14 e 15 maggio 2022, presso il Renaissance Naples Hotel Mediterraneo, l’Assemblea Nazionale del Corpo Italiano di San Lazzaro per fare un resoconto dei vari progetti nazionali realizzati negli ultimi due anni e per programmare le nuove attività per il biennio 2022-2023. Hanno preso parte ai lavori il Presidente nazionale del Corpo Italiano di San Lazzaro Antonio Virgili, il vice Presidente nazionale Salvatore Marinelli, il Segretario generale Alexander Virgili, i Direttori nazionali dei vari uffici con i Responsabili nazionali dell’Esecutivo, i membri del Comitato tecnico scientifico e i rappresentanti dei Gruppi territoriali provenienti da tutta Italia per l’occasione.


Il Gruppo Civitas Romae è stato rappresentato dal Capogruppo Germano Assumma, dal Vice capogruppo Claudio Giorgini e, durante i lavori della seconda giornata dal Responsabile del Nucleo Roma Urbe, Leonardo Maria Ruggeri Masini.

Tutto attuali ed interessanti gli argomenti in discussione, secondo un ordine del giorno finalizzato all’evidente crescita del CSLI in Italia ma l’intero evento ha voluto soprattutto celebrare il ritorno delle attività in presenza, fondamentali per qualsiasi associazione ed ancor più per il Corpo Italiano di San Lazzaro la cui antica ispirazione cavalleresca promuove il contatto umano ed il confronto costruttivo dei propri membri.


Un particolare ringraziamento è rivolto al Segretario Generale Alexander Virgili ed al Capogruppo di Mugnano di Napoli Stefano Cangiano per la perfetta organizzazione e per il trattamento di alto livello offerto agli ospiti durante il soggiorno, le sessioni di lavoro e per la prestigiosa cena di gala.

Nell’occasione il Corpo Italiano di San Lazzaro, attraverso il Presidente nazionale Antonio Virgili, ha voluto premiare con una targa Antonio Marfella, medico e ricercatore napoletano, membro del Comitato tecnico scientifico del Corpo Italiano di San Lazzaro, “per il lungo, sentito, impegno civile e professionale a favore della sicurezza e salute pubblica”. Il prof. Marfella, vanta infatti una lunga e attiva militanza sui temi ambientali e per la prevenzione dei rischi alla salute dovuti ad inquinamenti e discariche, oltre alla sua usuale attività professionale presso l’Istituto Fondazione Pascale, ove ha pure ricoperto incarichi di rilievo. Nel 2017 il dottor Marfella era stato insignito del titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella in particolare per il suo impegno ed i suoi studi tossicologici relativi alla cosiddetta “Terra dei fuochi”. Il Corpo quindi ha inteso premiare il suo impegno civile, scientifico e professionale ispirato da alti valori morali e volto a migliorare il benessere collettivo.


Durante l'evento è stato presentato anche il nuovo video promozionale del CSLI Italia.



(fonti: CSLI Roma, CSLI Italia, Positano News)