• Ufficio Stampa

BOLSENA: SIGLATO IL PROTOCOLLO CON IL CSLI


Il Corpo Italiano di San Lazzaro -Gruppo Civitas Romae-, nella sua accezione di tutela degli itinerari storici e paesaggistici, ha firmato un protocollo di intesa con la Città di Bolsena grazie alla sensibilità del sindaco Paolo Dottarelli, in collaborazione con l’assessore Roberto Basile ed il prezioso contributo di Patrizia Crosta.


La convenzione prevede una serie di servizi di assistenza agli escursionisti ed ai pellegrini ed un monitoraggio costante del territorio, soprattutto nelle aree sottoposte a vincoli archeologici e paesaggistici.


Bolsena, da sempre meta di turismo e pellegrinaggio (Basilica di Santa Cristina e Via Francigena in primis), sulla base delle prenotazioni, vedrà un aumento esponenziale di presenze concentrate nel periodo estivo, secondo un auspicabile “effetto liberatorio” post-pandemico già sperimentato lo scorso anno.

I volontari del Corpo Italiano di San Lazzaro, aiuteranno a rendere ancora più piacevole e sicura la permanenza nella storica cittadina, anche attraverso la formazione di operatori locali.

Anche se l’Italia è ricchissima di patrimoni storici, culturali, naturali e paesaggistici, è piuttosto raro trovarli tutti concentrati in un solo luogo: uno di questi casi è la città di Bolsena in provincia di Viterbo, l’antica Velzna etrusca (denominazione da sempre contesa con Orvieto). Lo scenario mozzafiato del lago omonimo avvolge tesori archeologici dove anche l’urbanizzazione tipica del medioevo sembra immutata.

Il passaggio tra i culti pagani ed il Cristianesimo trova qui a Bolsena uno dei maggiori esempi nella Basilica di Santa Cristina dove, nel 1263 avvenne il miracolo che diede vita alla festività del “Corpus Domini”.

Il Sindaco Paolo Dottarelli ed il Presidente Capogruppo del CSLI Gruppo Civitas Romae, Germano Assumma alla presenza della direttrice del corpo Ilaria Bartolotti, alla presidente dell’Associazione Via Francigena in Tuscia, Alessandra Croci, all’Assessore Basili, con l’organizzazione di Paola Crosta hanno siglato l’accordo che nei prossimi mesi vedrà decine di volontari impegnati sul territorio.